..di quella volta che ha nevicato parecchio e ho valicato gli appennini per tornare da Pesaro a Lucca

Questo è un post poco serio che parla di fatti realmente accaduti. Questo è un “REAL POST”!!! ..nel senso di “real Tv”…per chi sin da subito non avesse capito lo humor!

La scorsa settimana ha nevicato parecchio in tutta Italia. Ovviamente i più furbi sono rimasti a  casa al calduccio sorseggiando cioccolata calda. Io no. -.-

Non sono appassionata di meteo e non sono una che si mette troppo a programmare, se mi metto in testa che “c’ho da fà” ….”C’ho da fà”. Alla faccia del tempo…o forse meglio dire alla faccia mia.:)

Insomma sono arrivata a Pesaro che nevicava e sono ritornata a Lucca che pioveva (come sempre!!) Lucca meteorologicamente parlando è un po’ come Gorizia.  Inverno e autunno pioggia pioggia, estate e primavera “schiatti dal caldo”. Lucca ha un ottimo clima per dare il colpo di grazia a chi è soggetto a bronchiti o cose così! Non so se avete una suocera  molesta o un congiunto altrettanto molesto…potreste regalarle/gli una vacanzetta a Lucca durante i monsoni ….

Torniamo a noi . Arrivo di sera a Pesaro e la notte passa tranquilla.  Mi ero già ripromessa di passare a vedere il mare l’indomani mattina . Uno spettacolo bellissimo. La spiaggia era tutta innevata fino alla riva del mare, la neve copriva tutto.

Ma non avevo tempo da perdere (“c’avevo da fà”) . Mi rimetto in macchina perchè dopo una tappa a Forlì avrei dovuto arrivare fino a Lucca. “Presto che è tardi” come dice Ezio Greggio.

Decido di proseguire per la statale e lasciar perdere l’autostrada.La neve ha continuato a scendere copiosa durante  tutto il percorso  ma sono riuscita ad arrivare  a Forlì senza intoppi…tranne il navigatore #@! che io non sopporto perchè secondo me ti fa sempre fare strade assurde!

Comunque faccio quello che devo  e riparto. Ri-decido di non usare l’ autostrada ed, a Faenza, faccio il mega errore di girare al segnale stradale : Firenze.  Questo vuol dire una sola cosa: Appennini!!! Bellissimi ….ma nevica.

Insomma non mi lascio intimorire proseguo pian piano! Tra l’altro credo che tornerò a visitare Brisighella perchè mi ha fatto un ottima impressione. Ma questo sarà un altro post….

Strada Provinciale Brisighellese

Dicevo , proseguo senza intoppi, nevica: ” ma bon! cosa vuoi che sia”….ad un certo punto sui tergicristalli  cominciano a formarsi delle enormi palle di ghiaccio che fanno un rumore inquietante tipo “grunt -grat; grunt-grat”. Non serve chiamare   Houston per capire che non si vede più la strada . Mi accosto prudentemente, mi fermo e pulisco i tergi.  Problema risolto. Salgo in macchina tronfia e la macchina comincia a slittare!! Nuooo! Prova e riprova , niente …resto ferma li! Lungo la strada c’ero solo io e qualche local… visto la velocità a cui andavano con 20 cm di neve sopra il manto stradale ho dedotto che lo fossero….e anche perchè chi vuoi che ci vada in pieno inverno per di là …io!-.-

Dentro la mia testa parte il Gingle ( solo il ritornello)  che fa più o meno così :”elora lora te se proprio mona  x2″. [tipica canzoncina della mia zona che fa parecchio ridere ma è un po’ “grezzotta”.  ndr]

Ovviamente nessuno si ferma a darmi una mano e allora decido di chiamare i vigili! Chiamo e spiego la mia situazione e chiedo se prima o poi passerà lo spazzaneve. Il vigile mi liquida dicendo che sono in emergenza pure loro di chiamare i vigili del fuoco. Chiamo i vigili del fuoco del paese a me più vicino e mi rispondono  come i call center di telefonia mobile: “Ci deve autorizzare la centrale. Metta giù e componga questo numero….!” Basita riattacco e chiamo il numero che mi è stato consigliato. Rispondono. Spiego la situazione e mi dicono :” …ma guardi che se lei non è in pericolo di vita non possiamo autorizzare l’uscita del mezzo!”….rispondo a questo punto un po’ turbata ….”ma detta così spero di non aver mai bisogno di lei ….ma insomma mi lascia qui ?”. La risposta è stata sì chiami i vigili o l’assistenza stradale. -.- #bonjour_tristesse

Fortunatamente dopo tutti questi rimbalzi vedo apparire in lontananza lo spazzaneve . Lo spazzaneve non è un essere mitologico ma un trattore guidato da un omino, molto gentile tra l’altro, che dopo una conversazione uomo – donna del tipo “Ha le gomme termiche?””Non lo so ho quelle invernali…fa lo stesso?” e un intenso sguardo di compassione perchè sono la stessa cosa e io non lo sapevo….mi ha  rimesso in pista. Il mio nuovo miglior amico! 🙂 Che ringrazio tantissimo!

La morale? Guardate il meteo! 🙂 Perchè non sempre arriva lo spazzaneve! ;P

 

Leggi anche articoli più seri come:

Nel frattempo in Italia

 

Nel frattempo in Europa

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *