Vita Paws for Dogs. Integratori per cani soggetti a dermatite!

Pucio, il mio Welsh Corgi di 7 anni, ha la displasia. Ho deciso di non operarlo  e di occuparmi del suo limite con integratori, anti-infiammatori e nuoto. Inoltre, soffre di dermatite….da sempre. Ogni giorno mangia le stesse crocchette ormai da 6 anni.

Pucio mi fa crucciare! Per un lungo periodo ho dovuto interrompere gli integratori perchè gli facevano venire le bollicine sulle zampe.

Un giorno però ho ricevuto  un’ email da SimplySupplements  , l’ azienda che  gestisce Vita Paws un sito e-commerce  di integratori per pelosi  e ho risolto il problema.

LaGlucosamina, Condroitina e Vitamina C Cani  aiuta Pucio con la displasia, con  l’artrite e non gli fa venire la dermatite !

Dopo aver consumato un’intera confezione di prodotto le zampette non hanno le bollicine che mi aspettavo e quindi, oltre ad essere contenta, mi appresto a procurarmene un’altra confezione .

Vita Paws è  Pucio approved! 🙂 E anche a me non dispiace perchè il rapporto qualità prezzo è buono: €22,59 per 120 pillole (Pucio ne prende 2 al giorno).

Curiosando sul sito ho visto che Vita Paws vende anche integratori per gattoni e  c’è la possibilità di programmare l’invio periodico… così l’umano non se ne dimentica! Non male!

Questa è la mia esperienza con Vita Paws. E sono contenta di poterla raccontare come esperienza positiva …soprattutto per le zampette di Pucio! 🙂

Il flacone di Vita Paws è chiuso ermeticamente. Questa è una cosa che mi è piaciuta quando ho aperto la confezione.

Clicca il banner
VitaPaws vitamine e integratori per cani e gatti

Pucio e Penny

L’Istituto Lama Tzong Khapa in 20 foto. Pomaia (Pisa)

“La mia religione è la gentilezza.”

“Il mio suggerimento o consiglio è molto semplice ed è quello di avere un cuore sincero.”

Sua Santità il XIV Dalai Lama

Una domenica qualunque. In provincia di Pisa.

A spasso per il Tempio di Pomaia: Istituto Lama Tzong Khapa.

 

#turismocanino  i vostri amici pelosi qui possono entrare!

Leggi anche:

Toscana

..di quella volta che ha nevicato parecchio e ho valicato gli appennini per tornare da Pesaro a Lucca

Questo è un post poco serio che parla di fatti realmente accaduti. Questo è un “REAL POST”!!! ..nel senso di “real Tv”…per chi sin da subito non avesse capito lo humor!

La scorsa settimana ha nevicato parecchio in tutta Italia. Ovviamente i più furbi sono rimasti a  casa al calduccio sorseggiando cioccolata calda. Io no. -.-

Non sono appassionata di meteo e non sono una che si mette troppo a programmare, se mi metto in testa che “c’ho da fà” ….”C’ho da fà”. Alla faccia del tempo…o forse meglio dire alla faccia mia.:)

Insomma sono arrivata a Pesaro che nevicava e sono ritornata a Lucca che pioveva (come sempre!!) Lucca meteorologicamente parlando è un po’ come Gorizia.  Inverno e autunno pioggia pioggia, estate e primavera “schiatti dal caldo”. Lucca ha un ottimo clima per dare il colpo di grazia a chi è soggetto a bronchiti o cose così! Non so se avete una suocera  molesta o un congiunto altrettanto molesto…potreste regalarle/gli una vacanzetta a Lucca durante i monsoni ….

Torniamo a noi . Arrivo di sera a Pesaro e la notte passa tranquilla.  Mi ero già ripromessa di passare a vedere il mare l’indomani mattina . Uno spettacolo bellissimo. La spiaggia era tutta innevata fino alla riva del mare, la neve copriva tutto.

Ma non avevo tempo da perdere (“c’avevo da fà”) . Mi rimetto in macchina perchè dopo una tappa a Forlì avrei dovuto arrivare fino a Lucca. “Presto che è tardi” come dice Ezio Greggio.

Decido di proseguire per la statale e lasciar perdere l’autostrada.La neve ha continuato a scendere copiosa durante  tutto il percorso  ma sono riuscita ad arrivare  a Forlì senza intoppi…tranne il navigatore #@! che io non sopporto perchè secondo me ti fa sempre fare strade assurde!

Comunque faccio quello che devo  e riparto. Ri-decido di non usare l’ autostrada ed, a Faenza, faccio il mega errore di girare al segnale stradale : Firenze.  Questo vuol dire una sola cosa: Appennini!!! Bellissimi ….ma nevica.

Insomma non mi lascio intimorire proseguo pian piano! Tra l’altro credo che tornerò a visitare Brisighella perchè mi ha fatto un ottima impressione. Ma questo sarà un altro post….

Strada Provinciale Brisighellese

Dicevo , proseguo senza intoppi, nevica: ” ma bon! cosa vuoi che sia”….ad un certo punto sui tergicristalli  cominciano a formarsi delle enormi palle di ghiaccio che fanno un rumore inquietante tipo “grunt -grat; grunt-grat”. Non serve chiamare   Houston per capire che non si vede più la strada . Mi accosto prudentemente, mi fermo e pulisco i tergi.  Problema risolto. Salgo in macchina tronfia e la macchina comincia a slittare!! Nuooo! Prova e riprova , niente …resto ferma li! Lungo la strada c’ero solo io e qualche local… visto la velocità a cui andavano con 20 cm di neve sopra il manto stradale ho dedotto che lo fossero….e anche perchè chi vuoi che ci vada in pieno inverno per di là …io!-.-

Dentro la mia testa parte il Gingle ( solo il ritornello)  che fa più o meno così :”elora lora te se proprio mona  x2″. [tipica canzoncina della mia zona che fa parecchio ridere ma è un po’ “grezzotta”.  ndr]

Ovviamente nessuno si ferma a darmi una mano e allora decido di chiamare i vigili! Chiamo e spiego la mia situazione e chiedo se prima o poi passerà lo spazzaneve. Il vigile mi liquida dicendo che sono in emergenza pure loro di chiamare i vigili del fuoco. Chiamo i vigili del fuoco del paese a me più vicino e mi rispondono  come i call center di telefonia mobile: “Ci deve autorizzare la centrale. Metta giù e componga questo numero….!” Basita riattacco e chiamo il numero che mi è stato consigliato. Rispondono. Spiego la situazione e mi dicono :” …ma guardi che se lei non è in pericolo di vita non possiamo autorizzare l’uscita del mezzo!”….rispondo a questo punto un po’ turbata ….”ma detta così spero di non aver mai bisogno di lei ….ma insomma mi lascia qui ?”. La risposta è stata sì chiami i vigili o l’assistenza stradale. -.- #bonjour_tristesse

Fortunatamente dopo tutti questi rimbalzi vedo apparire in lontananza lo spazzaneve . Lo spazzaneve non è un essere mitologico ma un trattore guidato da un omino, molto gentile tra l’altro, che dopo una conversazione uomo – donna del tipo “Ha le gomme termiche?””Non lo so ho quelle invernali…fa lo stesso?” e un intenso sguardo di compassione perchè sono la stessa cosa e io non lo sapevo….mi ha  rimesso in pista. Il mio nuovo miglior amico! 🙂 Che ringrazio tantissimo!

La morale? Guardate il meteo! 🙂 Perchè non sempre arriva lo spazzaneve! ;P

 

Leggi anche articoli più seri come:

Nel frattempo in Italia

 

Nel frattempo in Europa

 

 

L’Umbria che non ti aspetti

Tra qualche giorno parteciperò al mio primo Blogger Tour dal titolo L’Umbria che non ti aspetti. 

Visiterò Allerona, Città della Pieve, Fabro,  Ficulle, Montegabbione, Monteleone d’Orvieto, Paciano, Panicale, Parrano e  Piegaro e non vedo l’ora di raccontartelo.

Io sono assai gasata anche perché potrò inaugurare la prima rubrica de ilmiogirointornoalmondo.it. Infatti ogni settimana pubblicherò un post descrivendo quello che ho visto e i posti che ho visitato con un occhio di riguardo come sempre al turismo pet friendly #turismocanino e alla #fotografia. Chissà forse troverò anche un fotografo da citare con l’hashtag #un_paese_un_fotografo

Ma non finisce qui!  Un estratto delle presentazione del tour, vi farà venire voglia  di scoprire le meraviglie di questo bellissimo angolo d’ Umbria.

 L’ Umbria che non ti aspetti in collaborazione con Città della Pieve and friends  

Tutti conoscono l’Umbria per essere il cuore verde d’Italia e per le sue città più famose come Perugia, Assisi, Orvieto, Gubbio e Spoleto.
L’Umbria è però ricca di luoghi meno noti dal grande pubblico ma di una bellezza unica.

Il nostro vuole essere un viaggio alla scoperta proprio di uno di essi, esattamente di quel territorio compreso tra il Lago Trasimeno a nord e Orvieto a sud, un microcosmo considerato minore, per certi versi quasi sconosciuto perché fuori dalle rotte del turismo di massa, fatto di piccoli centri dove la vita scorre a misura d’uomo, nei quali si concentrano le memorie profonde della storia d’Italia e si ritrovano i valori più antichi delle nostre tradizioni.

Qui il paesaggio rispettosamente modellato e protetto nei secoli dall’uomo si estende a perdita d’occhio sulla linea dell’orizzonte, ricco di borghi adagiati sui colli che dominano il vasto ed affascinante territorio della Valdichiana.

[…]Dagli etruschi al rinascimento, i percorsi si snodano tra la bellezza dei paesaggi ed il fascino dei borghi, alla scoperta di opere d’arte uniche, di vecchi e nuovi mestieri e delle eccellenze enogastronomiche del territorio.

Ovunque si volga lo sguardo, sarai sempre al centro della bellezza.

Quella bellezza così magistralmente rappresentata dal più grande interprete di questo territorio che è Pietro Vannucci detto Il Perugino al quale Città della Pieve, il più grande tra i borghi di quest’area, ha dato i natali.

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato! Riceverai una email ogni volta che pubblicherò una nuova notizia sul Blog Tour L’ Umbria che non ti aspetti!

Nel frattempo in Italia