Pastéis de Bacalhau, Porto e Azulejos. Una settimana in Portogallo

 

Pastéis de Bacalhau, Porto e Azulejos. Una settimana in Portogallo

Dove: Portogallo
tram, Lisbona, Portogallo, Capitale

Come: a/r compagnia low cost Ryanair e noleggio auto
Quando: febbraio 2017
Tipologia di vacanza: di coppia (no dogs 🙁 …ovviamente per la difficoltà di portarli in aereo).

ITINERARIO
GIORNO 1 – Sabato 11 febbraio 2017
Da Lucca a Pisa Aeroporto abbiamo scelto di utilizzare i mezzi pubblici. Autobus locale fino alla stazione ferroviaria di Lucca e biglietto del treno fino all’Aeroporto di Pisa ( sul sito Trenitalia.it si può inserire direttamente come destinazione Pisa Fermata Aeroporto. Scendere dal treno a Pisa Centrale, oltrepassare il sottopassaggio per raggiungere il lato opposto all’entrata della Stazione e di prendere la navetta. Se avete acquistato solo il biglietto del treno , poco male andate all’edicola della stazione e comprate li il biglietto) . Costo a/r circa di 35 euro. Se cliccate qui potrete verificare se vi conviene andare in auto e parcheggiare in Aeroporto.
Partenza da Pisa ore 13.00 arrivo all’Aeroporto di Lisbona ore 15.00 . Costo biglietto a/r circa 300 euro per due con un bagaglio in stiva. Non abbiamo utilizzato nessuna promozione poiché abbiamo prenotato all’ultimo momento, quindi il costo  può essere inferiore.
Siamo a Lisbona ritiriamo il bagaglio e ci dirigiamo verso l’entrata dove troviamo il referente della compagnia di noleggio Centauro . Con un furgone della compagnia, l’addetto ci accompagna alla sede/garage che si trova ad un paio di km dall’aeroporto
Una signora molto gentile ci consegna la nostra Ford Fiesta . Il noleggio abbinato al volo costa pochissimo. Consiglio di abbinare assicurazione danni se non obbligatoria. Noi abbiamo pagato il supplemento per guidare entrambi.
Il Portogallo ha una rete di autostrade a pedaggi elettronici ( Via Verde : sito in portoghese ma dategli un ‘occhiata lo stesso magari vi fate aiutare da Google Translate ).  Si paga il passaggio ma non ci sono gli addetti al casello autostradale.  Dovete chiedere al vostro noleggiatore il dispositivo elettronico ( tipo Telepass italiano) che vi permetterà di passare. Ovviamente il noleggiatore vi domanderà il numero della vostra carta di credito e gli addebiti arriveranno li.
N.B.: Per il noleggio mettete in conto la caparra ( occhio al plafond della carta di credito circa  1000 euro)
Per tirare le somme posso dire che tra noleggio e autostrada abbiamo speso circa 200 euro.
Comicia così la nostra vacanza. Ci mettiamo in viaggio a bordo della nostra Ford Fiesta direzione sud, Sagres, durata del viaggio 3 ore.
GIORNO 2-Domenica 12 febbraio 2017
Sagres è una località balneare situata nella regione dell’Algarve che gode ancora di un’atmosfera isolata. E’ conosciuta dai Surfisti che sono presenti in ogni stagione.
Abbiamo scelto di cominciare da Sagres per fotografare Cabo São Vincente e vedere il mare. E’ stata una tappa veloce che poteva essere inserita solo all’inizio della vacanza per la lontananza.
Cosa vedere? Forteleza de Sagres, Cabo São Vincente ( il punto più a Sud-Ovest del continente)
Algarve, Sagres, Cabo São Vincente, Faro, Forteleza

Col senno di poi  (Sagres)Dedicare qualche giorno (se non di più) all’Algarve è sicuramente una buona idea. E’ una regione molto bella e ricca di storia, ideale per le vacanze estive. Consigliabile anche se siete degli appassionati di viaggi in biciletta ( vi consiglio questo itinerario, ma date sempre un occhiata anche agli itinerari culturali europei), fotografia e di sport d’acqua.
Algarve, Sagres, Cabo São Vincente, Faro, Forteleza de Sagres
Algarve, Sagres, Cabo São Vincente, Faro, Forteleza de Sages

Hotel:  Mareta View – Boutique Bed & Breakfast Hotel a 4 stelle  65,50 €
A metà della mattinata ci rimettiamo sulla strada, direzione Evora, città dell’Alto Alentejo, patrimonio dell’ UNESCO. Durata 3 ore.
Cosa vedere? Evora e i  megaliti Cromeleque dos Almendres ( a 15km da Evora)
La città di Evora ha un centro storico egregiamente conservato, soprattutto per quanto riguarda i monumenti che risalgono all’epoca romana. Per capire cosa si puo’ ammirare nel dettaglio cliccate qui. Il centro storico è tutelato dall’ UNESCO.
Col senno di poi  (Evora):    Imperdibili i megaliti. Per raggiungerli ci vuole un po’ di pazienza perché bisogna percorrere una strada sterrata a momenti poco agevole circondata da splendide colline occupate da mandrie di mucche che hanno tutta l’aria di essere le padrone di casa!
Complice il brutto tempo dopo aver visto i megaliti ci siamo rimessi in macchina alla volta di Lisbona con un piccolo stop a Setúbal per cena, dove in un locale per poco abbiamo mangiato un ottima frittura di calamari.
Hotel: Inn Bairro Alto Bed & Breakfast  118 € (per 2 notti) . Ottima posizione. Parcheggio a pagamento a neanche 100 metri.
GIORNO 3– Lunedì 13 febbraio 2017
Lisbona, Lisbon, Capitale, Portogallo

Visita alla città di Lisbona. La città di Lisbona offre molti itinerari, adattabili a seconda dei gusti dei visitatori. Consiglio di consultare questa guida on line. Inoltre da segnalare la presenza di siti UNESCO, quali: Monastero dos Jerónimos e Torre di Belém  .
Lisbona, Lisbon, Unesco, Capitale, Torre di Belém

GIORNO 4 –martedì 14 febbraio 2017
Nel pomeriggio siamo partiti alla volta di Sintra, città tutelata  da l’UNESCO per il suo paesaggio,  che si trova a 1 ora d’auto in direzione nord ovest da Lisbona.
Cosa vedere? Palàcio Nacional , Castelo dos Mouros, Palàcio Nacional da Pena, Quinta da Regaleira.
 Sintra, Palàcio Nacional , Castelo dos Mouros, Palàcio Nacional da Pena, Quinta da Regaleira
San Valentino! Giorno del mio compleanno. Ebbene sì! Una cosa simpatica da segnalare è che il fiore per il giorno di San Valentino è la gerbera.  Se avrete l’occasione di cenare in un ristorante probabilmente ve la regaleranno.
Hotel:  Chalet Relogio €64   Si trova in una villa caratteristica costruita da Luigi Manini, architetto italiano che ha costruito tra le altre opere La Quinta de Regaleira. Molto bello!
Con il senno di poi (Sintra): luogo bellissimo che merita almeno due giornate piene ( o andando veloci 1 giornata e mezza) .
GIORNO5- Mercoledì 15 febbraio 2017
Giornata dedicata alle attrazioni di Sintra. Giornata impegnativa soprattutto se si sceglie di raggiungere le attrazioni a piedi! (verificate le distanze prima di scegliere di camminare soprattutto se avete il tempo contato!). Le attrazioni sono raggiungibili noleggiando delle “Ape” adibite a trasporto turistico, guidata dagli abitanti del luogo.
Nel pomeriggio siamo partiti alla volta di Obidos, città fortificata perfettamente conservata e totalmente adibita a turismo, che si trova nella regione della Estremadura.
Estremadura, Città fortificata, Obidos

Hotel: Casal Da Eira Branca – Obidos. Personale gentile! Consigliato!
Cosa vedere? Fate un giro delle mura ( attenzione però perché non c’è il parapetto) e godetevi il panorama. Percorrete la via principale e andate a vedere la libreria allestita nella chiesa sconsacrata. E’ una città ricca di eventi tra i quali la festa del Cioccolato e il festival medioevale.
GIORNO 6- giovedì 16 febbraio 2017
Abbiamo lascito Obidos e dopo un’ora e mezza di viaggio siamo arrivati a Coimbra nella regione di Beira. Oggi Coimbra è una città universitaria patrimonio dell’ UNESCO,  con un passato da capitale medioevale del Portogallo. Situata su una collina è attraversata dal Rio Mondego.
Cosa vedere? Da non perdere l’Università vecchia e Sè Velha. Per altre info sulla città clicca qui.
Nel tardo pomeriggio siamo partiti alla volta di Porto (un ora e mezza di viaggio), città nella regione del Douro.
Porto, Douro, Campanile
GIORNO 7- Venerdì 17 febbraio 2017
Cosa vedere? Clicca qui
Hotel: iStay Hotel Porto Centro 104 E ( per due notti). Hotel di categoria economica. La stanza era piccola e il bagno aveva più plastica di quanto un essere umano possa immaginare. Posizione comoda e pulito.
Cosa vedere? In tutti i quartieri c’è qualcosa da visitare . Da non perdere le degustazioni di Porto con la visita guidata ai magazzini . Io ho visitato il magazzino della Sandeman: una guida nel costume tipico universitario portoghese ci ha accompagnato a visitare i magazzini. La visita si è conclusa con una degustazione .
Con il senno di poi (Porto): città bellissima dai panorami suggestivi. La regione del Douro meriterebbe più tempo, e una visita alle Aziende che producono il Porto (nell’ entroterra). Ovviamente, la sua bellezza è stata riconosciuta dall’ UNESCO, così come quella della regione vinicola dell’ Alto Douro

GIORNO 8-Sabato 18 febbraio 2017
Rientro a  Lisbona  dopo  due ore e mezza di autostrada. Riconsegna auto e volo per Pisa.